L’Italia delle famiglie in cui nessuno lavora

È la fotografia di un’Italia in sofferenza, sostanzialmente indifferente a una politica che ha trascorso il 2016 a dividersi sulla riforma costituzionale ma non ha avuto il tempo di dedicarsi a un milione e ottantacinquemila famiglie in cui nessuno ha lavora, pur essendo tutti inequivocabilmente abili e pur cercandolo. Sarebbe stato un utile banco di…

Costruzioni in crisi: le responsabilità dei governi

-di SANDRO ROAZZI- L’industria delle costruzioni continua a interpretare imperterrita il suo ruolo in controtendenza rispetto ai pur timidi passi avanti dell’economia. A gennaio il calo tendenziale della produzione del settore segna un -5,2% che riporta le costruzioni ai tempi della recessione da cui non sono mai del resto uscite davvero. In compenso salgono i…

Ecco la tecnologia che “distrugge” lavoro

-di VALENTINA BOMBARDIERI- Un Ipad poggiato sul tavolo per prendere le ordinazioni. In pensione il menù di carta e la comanda. E anche il cameriere. In America il fenomeno è già molto diffuso in diverse catene di, come Chili’s Grill & Bar, Applebee’s, Chicago Uno e Chevys Fresh Mex. Il primo a far la sua…

Torna in sella Profumo (Leonardo) nell’Italia dei “Rieccolo”

Il primo “Rieccolo” fu (per la penna o la macchina da scrivere dell’urticante Fortebraccio, Mario Melloni) Amintore Fanfani. All’epoca una famosa azienda che produceva formaggini tirò fuori come gadget un pupazzo gonfiabile che si chiamava “Ercolino sempre in piedi”: più lo buttavi giù e più ritornava su. Esattamente come l’Amintore che pure nella storia dell’Italia…