carlo-calenda

Caro ministro Calenda, il lavoro è “ideologico”

Il ministro della Confindustria, Carlo Calenda, a proposito dei voucher, della revisione della normativa che li disciplina e del referendum che potrebbe cancellarli, afferma dai microfoni di Radio anch’io: “Non vorrei che tutto diventasse una battaglia ideologica. Se i voucher hanno dato luogo ad abusi discutiamo”. La conclusione è: guardiamo la questione in maniera pragmatica.…

festasanrocco27

Il prete, il boss e una certa puzza di “monnezza”

Don Michele Delle Foglie, parroco della chiesa di Santa Maria Assunta a Grumo Appula ha una idea molto personale della famosa “livella” di cui parlava Antonio De Curtis, in arte Totò. Perché la poesia raccontava il dialogo immaginario tra gli spiriti di un ricco signore e di un poveraccio tumulati l’uno accanto all’altro cosa che…

immigrazione-bella1-1024x548-1435075714

E il comico Grillo scavalca a destra Salvini

“Chi ha diritto di asilo resta in Italia, tutti gli irregolari devono essere rimpatriati subito a partire da oggi”. A dirlo non è Matteo Salvini ma Beppe Grillo in un impeto demagogico, in uno sforzo ulteriore per andare a pescare a destra della destra e, soprattutto, per rimestare negli umori malmostosi determinati dall’emotività e dalla…

7776a1c3e27494bff59f820568caa04c-kyn-u10807072987940c-1024x576lastampa-it

Giachetti e Raggi, la politica senza Speranza

Roberto Giachetti, vice-presidente della Camera e, soprattutto, “pasdaran” di Matteo Renzi, domenica 18 dicembre nel corso dell’assemblea nazionale del Pd, si è rivolto così, con sobria eleganza, al suo collega di partito Roberto Speranza: “Hai proprio la faccia come il culo”. La critica altamente costruttiva e dai toni sottilmente gandhiani come si conviene a un…