Ultimi Articoli

Il giorno degli eroi dopo quello degli sciacalli


bimbo-hotel-abruzzo-750x450

-di VALENTINA BOMBARDIERI-

Quarantatré ore dopo la valanga che ha colpito l’albergo Rigopiano. Flebili voci. Otto flebili voci. Quelle della vita, che resiste. Sei persone, tra cui due bambini, sono state estratte vive dalla valanga. Si sono rifugiati in un solaio, dove sono riusciti ad accendere un fuoco per scaldarsi. É la vittoria della vita sopra ogni ragionevole dubbio. La vittoria della vita al di là delle polemiche, la vittoria della vita quando nella vita non ci si sperava più.

Si continua a cercare. È il giorno degli eroi. Quegli eroi che hanno scavato tutta la notte per portare in salvo gli altri eroi prigionieri della valanga che hanno sconfitto un destino terribile. È il giorno dell’Italia che combatte e che resiste, a mani nude e senza esibire dopo-sci davanti alle telecamere, al caldo di uno studio. Il giorno degli eroi dopo il giorno degli sciacalli. Quelle persone che sanno solo dire cosa sarebbe stato meglio fare. Oggi è il giorno degli eroi, quelli che non dicono ma fanno e l’Italia è dalla loro parte.

Advertisements

2 Commenti su Il giorno degli eroi dopo quello degli sciacalli

  1. Vito Marchiani // 21 gennaio 2017 alle 8:55 // Rispondi

    Non apprezzo questo linguaggio che si autoappiccica l’ etichetta di ammiratrice di eroi e attacca ad altri con quella degli sciacalli. Chi sei tu per definire gli altri “sciacalli?”. Ci vuole più rispetto, anche nelle tragedie non è vietato il diritto di criticare. Spero che in questo blog venga vietato ogni tipo di insulto! Mi associo alle lodi per gli uomini che intervengono nel lavoro di protezione civile, ma non apprezzo quelli che sono in prima linea solo nelle conferenze stampa!

    Mi piace

    • Il problema non è criticare o non criticare. È attenersi alla regola aurea di Orazio: est modus in rebus. C’è un modo in tutte le cose. Inoltre c’è un momento per lavorare e un momento per criticare e non è detto che a di là di questa linea ci sia sempre la verità. Noi non insultiamo nessuno, non è nostro principio. La volontà è stata quella di sottolineare che è arrivato il momento di pensare al bene comune, sempre che non si voglia distruggere il Paese. Ci sono persone e polemiche che a volte andrebbero messe da parte.

      Valentina Bombardieri

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: