Matteotti, sfregiata la sua memoria


matteotti5

-di GIANNA GRANATI-

Hanno ucciso Matteotti ancora una volta!

Mani ignote si sono accanite contro la lapide posta al monumento sul Lungotevere a Roma in occasione dell’ottantesimo anniversario della morte del martire socialista.

La lapide è stata frantumata in tanti pezzi lasciati in terra per sfregio e tutto questo è avvenuto nel cuore di Roma, di fronte al Ministero della Marina, in una strada di grande traffico. Nessuno, ovviamente, ha visto nulla.

Mi chiedo: è mai possibile che possa esserci qualcuno talmente ottenebrato dall’odio e, permettetemi di dirlo, dalla stupidità da non rendersi conto che l’oltraggio non colpisce tanto Giacomo Matteotti, splendida figura di italiano, di democratico, di socialista quanto tutta la comunità civile che al sacrificio di Matteotti deve inchinarsi reverente perché la sua morte tragica è stata forse il primo atto di resistenza alla dittatura fascista?

Spero che la classe politica italiana che all’impegno sociale, civile di Matteotti dovrebbe ispirarsi intervenga per esaltare la memoria di Matteotti e ripristinare al più presto il monumento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...